Fiorino Mud: una gravel experience epica tra fatica e maltempo

200 km, 5000m di dislivello in una giornata dove la pioggia torrenziale trasforma il gravel in fiumi di fango? La Fiorino Mud 2022 è stata tutto questo e si è trasformata in un'edizione epica.

Cosa significa pedalare per 200 km, senza supporto, tra le colline toscane, i 5000m di dislivello positivo delle strade bianche tra Firenze e Puntala, i boschi delle colline metallifere e la pianura maremmana in una giornata dove la pioggia torrenziale trasforma lo sterrato in fiumi di fango? La risposta è l’essenza della Fiorino Mud, l’evento gravel che si e’ svolto il 24 settembre. 

Una challenge in bicicletta, una bike experience sui bellissimi sentieri toscani, un’esperienza che fa uscire dalla zona confort i partecipanti facendogli vivere un’avventura estrema ma in completa sicurezza essendo geolocalizzati minuto dopo minuto.

L’evento, alla seconda edizione, ha contato 45 riders alla partenza di cui 17 sono stati i finisher. I partecipanti hanno attraversato strade sterrate e sentieri attraverso colline e boschi, le cime delle Colline Metallifere, i parchi naturali della Geotermia e piccoli borghi come Certaldo, Pomarance e Massa Marittima. I più veloci all’arrivo sono stati Mattia Cappella e Filippo Borgarelli che hanno terminato l’intero tracciato in 11 ore e 52 minuti a testimonianza dell’estrema difficoltà del percorso che su 200km prevedeva il passaggio su ben 160km di strade sterrate.

Leonardo Piu si esalta e porta a termine con grande tenacia la sua prima ultragravel, bravissimo.

Sfortuna nera invece per Pierluigi Carapelli che è costretto al ritiro per la rottura della catena dopo soli 20km, davvero incredibile. Conoscendolo ci riproverà sicuramente il prossimo anno!

L’idea di partire all’alba da Firenze, capitale del Rinascimento, su un tracciato completamente inedito rispetto all’anno prima, dalla magnifica sede del Hu Firenze Camping in Town e arrivare al tramonto sul mare selvaggio di Punta Ala dove i riders sono stati accolti dallo staff dello splendido Puntala Camp & Resort è piaciuta molto a tutti. La strada è stata lunga e faticosa, da metà gara i riders hanno lottato contro vento e pioggia, ma il tracciato ha fatto scoprire ai partecipanti angoli della Toscana probabilmente nuovi anche agli stessi atleti locali! Il mood è rimasto quello originario nato da un’idea di Cykeln Team ASD con il supporto di SBR3 ASD e importanti aziende quali Pissei, Weider Italia e Zo Working che hanno sposato l’idea della bike experience e che con i collegamenti in diretta di Radio Toscana, media partner di questa edizione, l’idea del viaggio anche a chi aspettava news da fuori.

L’avventura della Fiorino Mud tornera’ nel 2023!

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin